Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to Top

To Top

Gli impianti produttivi

Forlì

Lo stabilimento di Forlì occupa circa 6000 metri quadri, dedicati alla produzione del torrone e della pasticceria secca.
Un motivo di vanto particolare sono le sue quattordici torroniere Somarè degli anni Cinquanta con caldaie in rame martellato: mantenute in perfette condizioni di utilizzo, sono l’attrezzatura ideale per lunghe e accurate lavorazioni a bagnomaria. Anche il reparto pasticceria secca dispone di apparecchiature per lavorazioni semi artigianali. La flessibilità è tale, che durante una giornata di lavoro vengono realizzati dieci, dodici tipi di torrone e fino a sei tipi di frollini e altri biscotti.

indirizzo: Forlì, fraz. San Martino in Strada – Via M. L. King, 17

Rodello d’Alba

Nei 4000 metri quadri dello stabilimento di Rodello d’Alba (CN) si producono lievitati di ricorrenza: panettoni e colombe. L’impianto, poco più meccanizzato di quello di Forlì, si avvale, fra le altre apparecchiature, di due impastatrici a braccia tuffanti San Cassiano per lavorazioni lente; sono dello stesso tipo di quelle usate dagli artigiani pasticcieri.
La scarpatura, cioè il taglio a croce sulla superficie dei panettoni, avviene manualmente. Usciti dal forno, i lievitati vengono capovolti a mano da due lavoranti e il loro raffreddamento avviene a temperatura ambiente in almeno dodici ore.

indirizzo: Rodello d’Alba (CN) – Via Montà, 70